BENVENUTO A «DI COSE UN PO’»

 
 
 

ULTIMI INSERIMENTI

POETI

QUADRI: ANTONIO ASTURI (8/3/2020)

QUADRI: SÉRAPHINE DE SENLIS (22/3/2020)

QUADRI: GINOlivepage.apple.com SEVERINI (29/3/2020)

QUADRI: GIACOMO BALLA (11/04/2020)

QUADRI: LUIGI RUSSOLO (21/04/2020)

QUADRI: FORTUNATO DEPERO (09/05/2020)

QUADRI: DIEGO VELAZQUEZ (20/9/2020)

QUADRI: SANDRO CHIA (24/9/2020)

Esco solo sulla strada;

Tra la nebbia un sentiero sassoso risplende;

Calma è la notte. Il deserto dà ascolto a Dio,

E la stella parla con la stella.


Prodigiosi e solenni sono i cieli!

Dorma la terra in un fulgore azzurro…

Cos’è che mi fa tanto male e mi è tanto penosa?

Cos’è che aspetto? Rimpiango che cosa?


Non aspetto più niente dalla vita,

E non rimpiango niente del passato;

Io cerco la libertà e la pace!

Vorrei dimenticarmi e addormentarmi!


Ma non nel freddo sonno della tomba…

Vorrei per sempre addormentarmi in modo,

Che la vita nel petto sonnecchiasse,

Che respirando il petto si levasse;


Che notte e giorno accarezzandomi le orecchie,

Mi cantasse d’amore dolce voce,

Che su di me eternamente verde

Si chinasse frusciando bruna quercia.



Michail Júr’evič Lérmontov (1841)


Traduzione di Roberto Michilli


ESCO SOLO SULLA STRADA